Più sicurezza nei cantieri per la ristrutturazione delle strutture sportive in vista delle Universiadi 2019. E' questo l'obiettivo dell'accordo sottoscritto oggi a Napoli tra l'Aru (Agenzia Regionale per le Universiadi) e i Cpt (Comitati paritetici territoriali per sicurezza sui cantieri) e Cfs (Centri Formazione e Sicurezza) della Campania. "La sicurezza nei cantieri - ha spiegato il commissario straordinario delle Universiadi 2019 Gianluca Basile - è un tema importante soprattutto in questi mesi in cui stiamo lavorando con uno sforzo importante su tanti siti. Abbiamo poco tempo e molte imprese al lavoro e cogliamo l'occasione di avere il supporto dei centri paritetici territoriali che possono farci una consulenza e delle attività di assistenza e accompagnamento all'impresa per garantire che le opere vengano fatte con qualità e in sicurezza". L'accordo, ha spiegato Paola Marone, presidente del Cfs di Napoli, prevede "servizi fondamentali per la sicurezza - ha detto - per 65 cantieri su 24 comuni della Campania. Per Napoli ci sono 37 cantieri in 33 strutture che non sono solo in centro in città ma anche nelle periferie e inneschiamo quindi un processo virtuoso per tutte le aree di Napoli". L'accordo si allarga a tutta la Regione, come sottolineato da Gaetano Carratù, presidente del Cpt di Salerno: "Mettiamo a disposizione della sicurezza nei cantieri - ha detto - il nostro know how.
Questo accordo significa che in un momento n cui si lavora con tempi rapidi possiamo dare un apporto qualificante per la conclusione in sicurezza dei cantieri. Per noi è un'enorme soddisfazione affiancarci all'Aru".

Fonte Ansa